Benvenuto

Benvenuto nel sito “Insangodenzo”, questo sito raccoglie tutte le informazioni sugli operatori turistici, attività commerciali, artigiani e piccoli produttori agricoli, news curiosità e quant'altro riguarda gli eventi nel comune di San Godenzo.

IN TOSCANA, al confine tra MUGELLO e VAL DI SIEVE, prendendo da DICOMANO la direzione verso FORLì, dopo circa 10 chilometri quasi al confine con la ROMAGNA , tra la valle dell'ACQUA CHETA ed il MONTE FALTERONA, troviamo il paese di SAN GODENZO, nella cui famosa abazia nel 1302 DANTE ALIGHIERI convenne con gli esuli guelfi bianchi e Ghibellini.

SAN GODENZO comune della MONTAGNA FIORENTINA ha una notevole estensione territoriale ed ha un dislivello tra il punto più alto (M. Falco, m 1658) e quello più basso (oltre Ponte alla Corella, m 240) di oltre 1400 metri, mostrando delle caratteristiche rudemente alpestri, con monti strapiombanti e profonde vallate. Dal territorio del Comune di San Godenzo, nella frazione de Il CASTAGNO D'ANDREA è possibile entrare nell'area protetta del PARCO NAZIONALE FORESTE CASENTINESI, MONTE FALTERONA e CAMPIGNA, una tra le piu'suggestive porte del versante fiorentino del Parco.

venerdì 18 gennaio 2019

Volontariato nel Parco: il calendario dei turni per il 2019

Dodici appuntamenti per vivere da protagonisti l'area protetta in tutte le stagioni
Nove anni, tanti ne compie il progetto di Volontariato nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, che come sempre offre a tutti gli appassionati un intenso e variegato calendario di turni, sulla scia delle precedenti edizioni.
Dopo le giornate di Capodanno, vissute sui sentieri non ancora innevati dell'area protetta, i primi appuntamenti sono ora per il mese di febbraio, con un turno ordinario settimanale ed uno breve dedicato agli anfibi! Queste in elenco tutte le date in programma per il 2019:
- dal 11 al 17 febbraio: turno ordinario d'inverno
- dal 22 al 24 febbraio: turno breve dedicato agli anfibi (Life Wetflyamphibia)
- dall'8 al 14 aprile: turno ordinario di primavera
- dal 7 al 9 giugno: turno breve dedicato all'avifauna
- dal 21 al 23 giugno: turno breve dedicato agli insetti (Life Eremita)
- dall'1 al 15 luglio: turno internazionale (in collaborazione con Yap Italia)
- dal 19 al 21 luglio: turno breve dedicato ai lepidotteri (Life Wetflyamphibia)
- dal 29 luglio all'11 agosto: turno ordinario d'estate
- dal 20 al 29 settembre: turno dedicato al censimento del cervo al bramito
- dal 25 al 27 ottobre: turno breve dedicato al lupo (Wolfnet 2.0)
- dall'8 al 10 novembre: turno breve dedicato al lupo (Wolfnet 2.0)
- dal 28 dicembre al 5 gennaio: turno ordinario di capodanno
L'obiettivo dell'ente, anche a seguito dei seminari internazionali con Europarc e della giornata studio sul Volontariato nei Parchi d'Italia convocata proprio nelle Foreste Casentinesi ormai due anni fa, è di continuare ad offrire, integrandolo, quello che si è dimostrato negli anni come un vero e proprio duplice servizio: nei confronti di tutti i cittadini appassionati, studenti o semplici curiosi, che avranno la possibilità di collaborare con il Parco conoscendolo a fondo e vivendo un'esperienza indimenticabile; e nei confronti della stessa area protetta, che ha visto e continuerà a vedere volontari da tutta Italia alternarsi nel dare una mano concreta nella pulizia e controllo dei sentieri, nel monitoraggio della fauna e in tanti piccoli lavori di manutenzione. Quasi 150 i volontari impiegati nel solo 2018.
Argomenti e date dei turni sono pensate per ogni esigenza o interesse: anche il prossimo anno, dunque, si terranno turni brevi dedicati a singole specie, turni ordinari di una o due settimane, turni speciali ormai ampiamente collaudati come quello internazionale (che ha visto negli anni scorsi volontari da Messico, Taiwan e Corea del Sud, oltre a tantissime differenti nazionalità europee, dalla Spagna alla Russia, dall'Estonia alla Turchia) e quello dedicato all'organizzazione del censimento del cervo al bramito. Prevista inoltre la possibilità di turni personalizzati.
Il progetto sarà gestito e coordinato per il sesto anno consecutivo dalla Soc. Coop. In Quiete.
Per tutte le informazioni visita la pagina dedicata o scrivi a volontariato@parcoforestecasentinesi.it



Meteo: PROSSIMA SETTIMANA, correnti ARTICHE all'attacco dell'Italia. VENTI di BURRASCA e NEVE in PIANURA

Settimana prossima l’Inverno tornerà a fare sul serio con la possibilità di nevicate fino in Pianura al Centro Nord e temporali intensi invece sul resto del Paese. Proviamo allora a tracciare una linea di tendenza per i prossimi giorni focalizzandoci sulla nuova ondata di maltempo in arrivo sull'Italia, un mix tra correnti in discesa dall'Artico e Vortici Ciclonici in arrivo da Ovest.Dando uno sguardo allo scacchiere europeo possiamo vedere come già dal prossimo fine settimana l'alta pressione delle Azzorre migrerà in pieno Oceano Atlantico favorendo così la discesa di aria di origine Polare (dalla Groenlandia) verso la Francia e l’Italia.
Successivamente l’ingresso di queste correnti più fredde ed instabili sul Mediterraneo saranno responsabili anche della formazione di Vortici Ciclonici sui nostri mari, responsabili poi di un'intensa fase di maltempo. Le condizioni meteo sono destinate a peggiorare rapidamente già da Lunedì 21 Gennaio con la possibilità di rovesci intensi su tutto il Centro Sud. Dati i forti contrasti termici ci aspettiamo anche qualche isolato temporale in particolare su Sardegna e Sicilia.
Martedì 22 ci sarà una vera e propria svolta verso condizioni prettamente invernali. Infatti nel corso della giornata lo scontro tra aria più fredda nordorientale e l'attivazione di venti più meridionali sarà il preludio della formazione di un nuovo Vortice Ciclonico tra Mar Ligure e Mar Tirreno, molto profondo (975/980 hpa), che attiverà anche venti forti che si muoveranno a rotazione ciclonica. Prestare attenzione in particolare alle raffiche di tempesta tra Sicilia e Sardegna con forti precipitazioni su buona parte delle Regioni del Sud.
Nelle giornate di Mercoledì 23 e Giovedì 24 tempo in deciso peggioramento al Centro Nord a causa dell’ulteriore afflusso di aria gelida questa volta dalla Russia con la possibilità di nevicate intense sulle Regioni di Nord Ovest tra Piemonte e Lombardia fin sulle Pianure. La neve potrebbe cadere copiosa anche sulle coste liguri, in particolare su Genova grazie alla tramontana scura che farà calare sensibilmente le temperature. Successivamente fiocchi fino a bassissima quota anche in Toscana, Firenze si appresta ad essere imbiancata con alcuni cm di accumulo, e soprattutto in Emilia Romagna.


VISITE GRATUITE ALLA COLLEZIONE D’ARTE DELLA FONDAZIONE CR FIRENZE

Una volta al mese torna visibile al pubblico la raccolta di opere, nata grazie alle acquisizioni della Cassa di Risparmio di Firenze e ora valorizzata da un percorso espositivo e da visite guidate
Riapre al pubblico la parte più preziosa dellacollezione d’arte della Fondazione CR Firenze, conservata nelle stanze dello storico palazzo in via Bufalini 6.
Dopo il successo delle iniziative promosse negli ultimi due anni, con il 2019 tornano le visite guidate per scoprire la raccolta che conserva dipinti da tredicesimo al ventesimo secolo.

VISITE GUIDATE GRATUITE, QUANDO

L'iniziativa è intitolata “In collezione”. Il percorso espositivo è visitabile solo su prenotazione fino a dicembre 2019, un fine settimana al mese con 4 turni al giorno per gruppi di massimo 25 persone: l’ingresso e l’itinerario guidato sono gratuiti.
Queste sono le date in programma: 19 e 20 gennaio, 16 e 17 febbraio, 20 e 21 aprile, 18 e 19 maggio, 15 e 16 giugno, 14 e 15 settembre,19 e 20 ottobre, 16 e 17 novembre, 14 e 15 dicembre. Le visite guidate si svolgono in 4 orari: 11.00, 12.00, 15.30, 16.30.

COSA C'È NELLA COLLEZIONE D’ARTE DELLA FONDAZIONE CR FIRENZE

La raccolta della Fondazione si è formata durante il secolo scorso, grazie alle opere comprate dalla Cassa di Risparmio di Firenze e comprende capolavori di maestri antichi, come Giotto e Mariotto di Nardo, di artisti rinascimentali, come Filippino Lippi e Vasari. E poi ancora dipinti dei Macchiaioli, di pittori come Giovanni Fattori e Odoardo Borrani, e lavori di esponenti dell’arte novecentesca (Giovanni Colacicchi e Primo Conti, solo per fare qualche nome), oltre a una serie di vedute di Firenze eseguite tra il XVII e il XIX secolo.

COME PRENOTARE

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 055.5384001, mandare una mail a in collezione@fcrf.it o ancora prenotare online nella pagina dedicata alle visite guidate alla collezione d’arte della Fondazione Cr Firenze.


Maturità 2019, ecco le materie d'esame. Debutta la seconda prova doppia

Latino e greco al liceo classico, matematica e fisica allo scientifico. Sui social del Miur il ministro augura "in bocca al lupo" ai maturandi e annuncia le simulazioni
Maturità 2019, ci siamo: ecco le materie d'esame. E in tempo di social i 470 mila maturandi - nativi digitali - hanno conosciuto il loro destino in diretta Facebook, alle 12 in punto, stile mezzogiorno di fuoco. L'annuncio era di quelli da suspence: "#Maturità 2019. Alle ore 12 sul nostro canale Facebook annunceremo le materie della seconda prova". E infatti all'ora stabilita è apparso il video con le materie e la conferma della tanto temuta doppia prova: latino e greco al liceo classico, matematica e fisica allo scientifico, per dire solo le prime due.
Già pochi minuti dopo l'annuncio, il sito del Miur è stato bombardato di accessi, e risultava rallentato, con molti contenuti inaccessibili, o meglio 'Temporarily Unavailable'. L'esame di maturità di quest'anno provoca particolare apprensione proprio perché per la prima volta le prove sono multidisciplinari
NOVITA' ANCHE PER L'ORALE
Anche il colloquio orale che sarà pluridisciplinare. La commissione partirà proponendo agli studenti di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi che saranno lo spunto per sviluppare il colloquio. I materiali di partenza saranno predisposti dalle stesse commissioni, nei giorni che precedono l'orale, tenendo conto del percorso didattico effettivamente svolto dagli studenti.
Il giorno della prova, per garantire la massima trasparenza e pari opportunità ai candidati, saranno gli stessi studenti a sorteggiare i materiali sulla base dei quali sarà condotto il colloquio. Durante l'orale i candidati esporranno anche le esperienze di alternanza scuola-lavoro svolte.
Una parte del colloquio riguarderà, poi, le attività fatte nell'ambito di ''Cittadinanza e costituzione'', sempre tenendo conto delle indicazioni fornite dal Consiglio di classe sui percorsi effettivamente svolti.
CALENDARIO DELLE SIMULAZIONI
"Come sapete da quest'anno ci sono delle novità - dice il ministro nel video - Per questo da ottobre abbiamo cominciato a fornire tutte le informazioni utili per le prove a voi e ai vostri docenti. Per sostenervi nella vostra preparazione organizzeremo delle simulazioni della prima e della seconda prova. Si svolgeranno nei mesi di febbraio, marzo e aprile".
Il calendario è il seguente: - Prima prova scritta: 19 febbraio e 26 marzo. - Seconda prova scritta: 28 febbraio e 2 aprile.
È la prima volta che il Miur organizza simulazioni di questo tipo. La volontà è quella di sostenere il più possibile ragazzi e docenti nella preparazione del nuovo esame di maturità. Con un'apposita circolare saranno fornite alle scuole tutte le indicazioni operative. Intanto il Ministero ha già pubblicato, a dicembre, alcuni esempi di traccia, sia per la prima che per le seconde prove. Per illustrare a studenti e docenti le nuove regole sono stati effettuati anche specifici incontri sul territorio. Lo stesso ministro Bussetti si è confrontato con oltre 300 studenti a Milano e nuovi momenti di incontro saranno organizzati con i ragazzi a febbraio e marzo.
L'ANTICIPAZIONE
L'attesa certo è stata rinfocolata dal video postato di prima mattina sull'account Twitter del Miur (per la verità, piuttosto sibillino): si vede un uomo in cappotto - verosimilmente un giovane insegnante o un maturando - che si aggira per i corridoi di una scuola fischiettando il motivo di "Notte prima degli esami" di Antonello Venditti. La telecamera lo segue fino a che supera una porta a vetri (la sala professori?) attraversando la quale il prof canticchia la canzone. Poi appare la scritta con la data: 18/01/2019, ovvero oggi.