Benvenuto

Benvenuto nel sito “Insangodenzo”, questo sito raccoglie tutte le informazioni sugli operatori turistici, attività commerciali, artigiani e piccoli produttori agricoli, news curiosità e quant'altro riguarda gli eventi nel comune di San Godenzo.

IN TOSCANA, al confine tra MUGELLO e VAL DI SIEVE, prendendo da DICOMANO la direzione verso FORLì, dopo circa 10 chilometri quasi al confine con la ROMAGNA , tra la valle dell'ACQUA CHETA ed il MONTE FALTERONA, troviamo il paese di SAN GODENZO, nella cui famosa abazia nel 1302 DANTE ALIGHIERI convenne con gli esuli guelfi bianchi e Ghibellini.

SAN GODENZO comune della MONTAGNA FIORENTINA ha una notevole estensione territoriale ed ha un dislivello tra il punto più alto (M. Falco, m 1658) e quello più basso (oltre Ponte alla Corella, m 240) di oltre 1400 metri, mostrando delle caratteristiche rudemente alpestri, con monti strapiombanti e profonde vallate. Dal territorio del Comune di San Godenzo, nella frazione de Il CASTAGNO D'ANDREA è possibile entrare nell'area protetta del PARCO NAZIONALE FORESTE CASENTINESI, MONTE FALTERONA e CAMPIGNA, una tra le piu'suggestive porte del versante fiorentino del Parco.

mercoledì 21 novembre 2018

21 novembre Giornata nazionale dell’albero: un abbraccio per il Pianeta

Mai come in questi giorni abbiamo potuto riflettere sugli alberi e sulla loro importanza vitale per la salute del nostro ambiente. Si stima che l’ondata di maltempo che si è abbattuta sulla nostra Penisola abbia abbattuto ben 14 milioni di alberi, spezzati, piegati, sradicati, caduti come birilli.
Nella Giornata Nazionale dell’Albero, 21 novembre, facciamo un’azione propositiva, prendiamoci cura dei nostri alberi, abbracciamoli e piantiamone un’altro.
Gli alberi sono gli esseri viventi che ci danno l’ossigeno e contribuiscono a preservare la salute del Pianeta, e quindi anche la nostra specie. Per questo meritano tutto il nostro rispetto.
 Gli alberi regolano il flusso idrico, contrastando frane e devastanti fenomeni erosivi; generano unmicroclima più favorevole; proteggono dalla siccità; costituiscono insostituibili habitat per la fauna selvatica; fungono da barriere naturali contro rumore e vento.
In città sono fondamentali per diverse ragioni: se da una parte purificano l’aria che respiriamo, dall’altra abbelliscono il paesaggio e fungono da regolatori dello stress, aiutandoci a liberarci dalle ansie quotidane e infondendoci pace. 
La natura fa bene sia al corpo che alla mente: le escursioni nel verde schiariscono la mente più di qualsiasi passeggiata in città, vivere in un quartiere pieno di alberi riduce il tasso di mortalità degli abitanti e trascorrere del tempo nella natura allevia la depressione, migliora la concentrazione e la creatività e ti fa sentire più vivo.  
 E’ sufficiente trovare un luogo alberato, e fare una passeggiata di due ore godendosi la vista, i suoni e gli odori della natura senza fretta. Respiriamo profondamente ed abbracciamo gli alberi e le piante intorno a noi. Così potremo riallacciare il profondo rapporto con la natura che abbiamo purtroppo perduto, incatenati nei nostri paradisi artificiali




Filamenti metallici nel panettone, Esselunga richiama due lotti del Nocciolato Maina

I supermercati della catena Esselunga hanno richiamato due lotti del panettone Maina. Il motivo del richiamo è la possibile presenza di filamenti metallici all’interno dei prodotti. È stata la stessa azienda a segnalare il problema. Il panettone interessato dal richiamo è il “Gran nocciolato” nel formato da un chilo: ecco i lotti interessati.
I supermercati della catena Esselunga hanno richiamato due lotti del panettone Maina. Il motivo del richiamo è la possibile presenza di filamenti metallici all'interno dei prodotti. È stata la stessa azienda a segnalare il possibile problema: "Maina, in linea con la sua politica di massima tutela dei propri consumatori e della qualità dei suoi prodotti, sta conducendo un richiamo precauzionale del seguente prodotto con scadenza 30/06/2019 e lotto indicato sotto – si legge in una nota apparsa anche sul sito di Esselunga – Motivo richiamo: possibile contaminazione da filamenti metallici". Il prodotto interessato dal richiamo è il seguente: "Panettone Il gran nocciolato" nel formato da un chilo (Ean 8005190401011). I lotti interessati dal richiamo sono il 801077 e 891077. La nota successivamente prosegue con un'avvertenza ai consumatori: "Invitiamo il consumatore a riportare il prodotto al punto vendita per la sostituzione". Coloro che avessero acquistato prodotti dei lotti indicati in precedenza possono rivolgersi al servizio clienti dell'azienda contattandola via mail (all'indirizzo: gestionereclami@mainapanettoni.com) o al numero verde 800-617781, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18
.







martedì 20 novembre 2018

Viola e i colori del Calcio Storico: nuova illuminazione per il Franchi

Nuovo look per lo stadio Artemio Franchi di Firenze.

Novità per quanto riguarda l'illuminazione dello stadio di Firenze, con nuove luci delle tribune e della Torre di Maratona. 
A inizio ottobre c'erano state le prime prove sotto le tribune, mentre ieri sera, lunedì 19 novembre 2018, l'Assessore Vannucci ha effettuato un sopralluogo per le prove della nuova illuminazione della Torre di Maratona, colorata di viola. 
Viola appunto, ma anche Rosso, Verde, Bianco e Azzurro, ovvero i Colori del Calcio Storico Fiorentino: un bel mix di fiorentinità al Franchi. "Per il primo dicembre la nuova illuminazione del Franchi sarà pronta. Giusto in tempo per la partita dell’anno!", scrive su Twitter l'Assessore Vannucci. Già, l'obiettivo è di avere il Franchi con la nuova illuminazione per sabato 1 dicembre, quando a Firenze arriverà la Juventus.


Chiusure a tratti sulla Sp 41 di Sagginale

Per lavori di asfaltaturaL'ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha programmato per lavori di asfaltatura la chiusura al transito della S.P. 41 "di Sagginale", dal km. 7+600 al km. 10+500 circa, in tratti diversi e saltuari, nel Comune di Vicchio, dal giorno 20/11/2018 al giorno 21/11/2018, con orario 7:00/17:00. 
I veicoli con massa inferiore a 18 t. vengono deviati su Via P. Costoli, in località Ponte a Vicchio; quelli con massa superiore a 18 t. su S.R. 302 e S.P. 551.

Settimana Europea di riduzione di rifiuti: sabato 24 presentazione del libro “Picco per capre” Alle 17 in Biblioteca Comunale a Londa

Un libro per far comprendere l’importanza del riciclo e del rispetto della natura. Sarà presentato sabato 24 novembre alle 17 in Biblioteca Comunale il libro “Picco per capre” di Jacopo Simonetta e Luca Pardi. L’iniziativa è organizzata in  occasione della Settimana Europea di Riduzioni dei Rifiuti che quest’anno si svolgerà dal 17-25 novembre.
Alla presentazione, realizzata dal Comune di Londa in collaborazione con la Casa del Sole e della Luna e della Biblioteca Comunale, saranno presenti gli autori e Milena Batistoni, attivista in associazioni ambientaliste e sensibilizzatrice dell’amministrazione comunale in tema ambientale e dei rifiuti.
Come ha scritto proprio Milena Batistoni, “Picco per capre” è un testo scientifico e brillante allo stesso tempo che racconta, in modo divulgativo, a tutto tondo e con misurata ironia, il nostro tempo, il nostro benessere e le pratiche distruttive a cui è legato. Gli autori spiegano con linguaggio semplice, per capre, appunto, cosa significhi il picco del petrolio e, in generale, il picco che stanno raggiungendo tutte le materie prime e le fonti di energia sulle quali si basa la nostra civiltà.
“Come Amministrazione Comunale – spiegano il Sindaco Aleandro Murras e i componenti della Giunta Comunale Barbara Cagnacci e Daniele Palchetti – abbiamo scelto di presentare il libro per la Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti, perché la SERR è anche un’occasione per sensibilizzare e promuovere stili di vita diversi e sostenibili, necessari a ridurre la nostra impronta e a prendere coscienza che le risorse naturali non sono infinite. Il nostro modo di vivere e di consumare determina uno sfruttamento sfrenato di quello che mette a disposizione il nostro pianeta, destinato a prosciugare tutto, natura e risorse. Dobbiamo cambiare qui e ora, perché la Terra è unica e dobbiamo preservarla per i nostri figli e per chi verrà dopo di noi”.

CERCASI INFERMIERE PROFESSIONALE

La Residenza Sanitaria Nuova Villa Rio in San Godenzo (FI) cerca 1 Infermiere Professionale da inserire nel proprio organico a tempo indeterminato.
Si prega di inviare Curriculum via mail a: amministrazione@nuovavillario.it o via fax al n. 055/8374454

lunedì 19 novembre 2018

DOMENICA 25 NOVEMBRE MERCATINO DI NATALE 2018

Si rinnova l'appuntamento con i Mercatini di Natale a San Godenzo! Inauguriamo le feste natalizie con il nostro caratteristico mercatino, organizzato nelle vie del paese. 
Tanti banchini di artigiani locali, tanto buon cibo, tanto divertimento per tutti i cittadini di San Godenzo e per tutti quelli che vorranno salire al nostro colle per respirare l'atmosfera natalizia. 

Decine e decine di banchi con prodotti di ogni genere, alimentari, oggettistica, vestiario, arte, fai da te e chi più ne ha più ne metta
INGRESSO LIBERO






Progetto Life ESC360

Il 1 novembre è iniziato ufficialmente un nuovo progetto LIFE che si svolgerà in parte all'interno delle Riserve Naturali Statali Foreste Casentinesi, dentro il Parco Nazionale.
Il progetto Life ESC360 prevede il coinvolgimento di 360 giovani volontari europei tra i 18 e i 30 anni, reclutati attraverso il portale del Corpo Europeo di Solidarietà, in attività di monitoraggio di specie e habitat della Rete Natura 2000 di tre Riserve demaniali dello Stato in 3 anni. Obiettivo del progetto è quello di offrire ai giovani la possibilità di fare esperienza nella conservazione della natura attraverso attività di monitoraggio di specie protette all’interno di Riserve Statali in Italia. I dati raccolti dai volontari rappresenteranno un incremento di conoscenze sulla presenza e sull’andamento delle popolazioni di specie di interesse comunitario, anche per le finalità del rapporto tecnico previsto dall’articolo 17 della Direttiva Habitat sul loro stato di conservazione. I volontari opportunamente formati, applicheranno protocolli standard per il monitoraggio di numerose specie di invertebrati, anfibi, uccelli, mammiferi di interesse comunitario specie e habitat in prevalenza forestali.
Sono previsti 8 turni di volontariato di due mesi ciascuno che prevedranno una prima settimana di formazione e le restanti 7 di attività pratiche su campo. I volontari saranno tutti seguiti da tutor naturalisti esperti e aiutati nella logistica da personale dell'Arma dei Carabinieri che, assieme a C.R.E.A. e D.R.E.Am., sono i beneficiari del progetto. I volontari non avranno a loro carico oneri di vitto, alloggio e spostamenti verso le sedi del progetto o durante le fasi di questo.
Maggiori informazioni sul progetto e su come iscriversi sono disponibili sul sito ufficiale www.life360esc.eu e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/life360esc



A1, chiude Firenze Impruneta per lavori nelle gallerie

Sulla autostrada A1 Milano-Napoli, dalle ore 22:00 di martedì 20 alle ore 06:00 di mercoledì 21 novembre, sarà chiusa l'entrata della stazione di Firenze Impruneta, verso Bologna.
La chiusura è stata disposta per consentire l'ispezione e lavori di manutenzione alle gallerie programmati in orario notturno, a ridotto flusso di veicoli. 
In alternativa, Autostrade consiglia di entrare alla stazione autostradale di Firenze Scandicci.



CERCASI PERITO INDUSTRIALE

L’officina Dream Car di Borgo San Lorenzo , riparazioni auto, cerca perito industriale o titolo equipollente .
Per informazioni 055 8458303





CERCASI SALDATORE CON ESPERIENZA

F.M.MECCANICA CON SEDE A BORGO SAN LORENZO RICERCA SALDATORE CON ESPERIENZA .TELEFONO ORE UFFICIO 0558459828



Aria di Natale a Borgo San Lorenzo con un calendario ricco di luci, eventi e…magia

Manca poco più di un mese al Natale. Le luci cominciano ad accendersi e le decorazioni a rallegrare le strade e le piazze di Borgo San Lorenzo. Nell’aria profumo di cannella e vin brulé e….a tendere un po’ l’orecchio già si può sentire lo scampanellio delle renne di Babbo Natale
Insomma, a Borgo San Lorenzo lo spirito di Natale si sente eccome! Per questo il comitato “Nel Borgo” ha preparato un programma davvero ricco e vario che verrà inaugurato domenica 25 novembre a partire dalle 16.30.Dalla pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza del Popolo alla giostra per i più piccoli in piazza Garibaldi. Dalla casetta di Babbo Natale in piazza Cavour, dove il Santa Claus e gli elfetti raccoglieranno le letterine, ad animazioni ed incontri letterari nel centro storico.Come abbiamo già detto per un Natale come si deve non può mancare un’illuminazione davvero speciale, accompagnata dall’immancabile tappeto rossoNon c’è festività natalizia senza solidarietà. Infatti, l’Associazione Solidarietà Missionaria “Assomiss” anche quest’anno regalerà a Borgo una suggestiva proiezione: dalla “terrazza Cini” verrà proiettata su piazza Cavour una magica cascata di stelle.Infine, non c’è Natale senza regali! Grazie alla lotteria, con soli 3 euro, sarà possibile vincere strepitosi viaggi.

Tre ragazze creano la cannuccia antistupro: si colora se c’è droga nel drink

Si chiama Smart Straw. È dotata di due test che diventano blu quando rilevano sostanze stupefacenti nel drink.

Sembra una cannuccia come tante, ma non lo è. Immersa in un drink, rileva la presenza di Ketamina, Ghb, Flunitrazepam e altre droghe aggiunte all’insaputa di chi beve. È la cannuccia antistupro. A idearla tre studentesse di Miami: Victoria Roca, Susana Cappello e Carolina Baigorri, 17 e 18 anni. L’hanno chiamata Smart Straw.
«Il nostro obiettivo è ispirare i giovani a pensare come imprenditori e accrescere la consapevolezza sugli stupri» scrivono online.
L’idea è nata come progetto scolastico alla Gulliver Preparatory School, durante un laboratorio di impresa. Le tre ragazze l’hanno presentata al Business Plan Challenge High School Track, un contest indetto dal Miami Herald. E si sono aggiudicate il primo premio.
Ora, in attesa del brevetto, si preparano a una raccolta di fondi su Kickstarter. Grazie al crowdfunding, potranno commercializzare la loro cannuccia intelligente e testare la validità dell’idea sul mercato. Un primo sondaggio è stato condotto su studenti universitari: l’85% ha dichiarato che comprerebbe la Smart Straw.

 La cannuccia è dotata di due test antidroga, che diventano blu quando rilevano una delle sostanze comunemente utilizzate prima delle violenze sessuali.



Maculopatia e glaucoma si cureranno con un cerotto

I cerotti oculari possono essere usati per la terapia di gravi malattie degenerative della vista che richiedono l'introduzione del farmaco direttamente nell'occhio.
Addio iniezioni intraoculari: benvenuto cerotto medicato che rilascia i farmaci direttamente nell’occhio. In maniera efficace, senza dolore o fastidi e senza le possibili complicazioni dovute alle punture. Si aprono buone prospettive per la cura di gravi malattie degenerative dell’occhio, come maculopatia e glaucoma. Ma bisogna attendere altri progressi della ricerca scientifica, perché al momento la sperimentazione è stata effettuata solo sui topi.
Novità da Singapore
Il team che ha lavorato allo sviluppo del cerotto oculare che rilascia i farmaci direttamente nell’occhio è coordinato da Peng Chen della Nanyang Technological University di Singapore.
I risultati della ricerca innovativa nel campo delle malattie degenerative dell’occhio è stato pubblicato sulla rivista Nature Communications. Ed è stato salutato con entusiasmo dagli addetti ai lavori e dai pazienti che soffrono di patologie oculari.
Il motivo è presto detto: l’uso del cerotto potrebbe rivoluzionare completamente il modo di eseguire le terapie. In special modo per tutte le malattie che colpiscono la vista. E che oggi richiedono l’uso di iniezioni intraoculari.
Come funziona il cerotto oculare
Il cerotto è davvero molto piccolo, si parla di qualche millimetro di grandezza. Funziona semplicemente applicandolo direttamente sulla pupilla. In pratica è come se fosse una lente a contatto.
La sua efficacia è data da microaghi morbidi che rilasciano all’interno dell’occhio il farmaco, in maniera molto lenta. Al termine del processo di rilascio i microaghi si dissolvono.
Durante la sperimentazione sui topi l’uso del cerotto ha permesso di ottenere risultati migliori rispetto al collirio contenente lo stesso farmaco. E si è evitato di andare a pungere la parte con iniezioni. Ora, assicurano gli autori del lavoro scientifico, il prossimo passo sarà la sperimentazione clinica su pazienti umani.



 

Bollo auto: calcolo in base al consumo, le novità 2019


Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, durante la firma di un accordo per migliorare la qualità dell’area a Roma, ha accennato ad una proposta di legge sulla riforma del bollo auto. Il ministro Costa ha fatto intendere ad un aggiornamento del bollo utilizzando il criterio del bonus malus.
Bollo Auto: quali cambiamenti
Costa, prende a riferimento il malus dell’assicurazione per aggiornate il modo di pagare il bollo auto. Con l’RC auto se fai un’incidente hai il malus cioè il premio assicurativo aumenta mentre se non gai incidenti hai un bonus e il premio scende. Per il bollo auto si pensa di dare il malus se l’auto inquina tanto, mentre se l’auto non inquina si riceverà un bonus, quindi il bollo è più basso. 
Bollo auto: come applicare la riduzione
Per la riforma del bollo auto è molto probabile che si prende ad esempio la proposta patta dal Parlamento europeo, cioè adeguare l’importo da pagare p il bollo auto in base al contributo della vettura all’inquinamento da CO2.
Se tale proposta diventerà legge, il bollo potrebbe essere calcolato con due modalità diverse:
  • più emissioni di anidride carbonica, più alta la tariffa;
  • più carburante consumato, più caro il bollo auto.
La seconda proposta è basata, sull’abolizione del bollo e l’aumento delle accise di circa 7 centesimi. Quindi più si consuma il carburante, più si inquina, più si paga, mentre chi non utilizza l’auto non pagherà nulla. Questa proposta è considerata una misura equa e nessuno potrà evadere il bollo. Chi, invece, è contro l’aumento dell’accise sostiene che potrebbe essere una spesa insostenibile.
La prima proposta fa riferimento a ciò che il Parlamento Europeo ha indicato, calcolando l’importo del bollo prevedendo dei rilevatori di anidrite carbonica istallati a bordo di ogni auto. 
Facciamo presente che dal 2006 il bollo viene calcolato in base alla classificazione dei veicoli: Euro4, euro5, euro 6.


Meteo da Lunedì in poi AVVIO di SETTIMANA con maltempo con NEVE, freddo e NUBIFRAGI, ecco cosa succederà News / Meteo / Italia Meteo da Lunedì in poi AVVIO di SETTIMANA con maltempo con NEVE, freddo e NUBIFRAGI, ecco cosa succederà

Da Venerdì 16 Novembre aria fredda dalla Russia ha cominciato ad affluire via via più intensamente sull'Italia, causando un repentino calo delle temperature che sono scese sotto la media del periodo di circa 6-7°C. Anche nella prossima settimana continueranno a soffiare venti freddi, ma con essi giungeranno anche le precipitazioni a volte nevose a quote molto basse, come succederà al Nord. Cerchiamo di capire quindi cosa potrebbe succedere.
Tra Lunedì 19 e Martedì 20 un vortice ciclonico in arrivo dal Mediterraneo occidentale raggiungerà il mar Tirreno facendo peggiorare fortemente il tempo dalla Sardegna verso il Centro-Sud e il Nord. Le precipitazioni assumeranno carattere di nubifragi sul Lazio fino a Roma, sulla Campania come a Napoli e poi sulla Romagna. In particolare, al Nord la perturbazione interagirà con i venti freddi di Bora per cui la neve scenderà sui rilievi sopra i 3-400 metri, ma fino in pianura sull'Emilia come prevista a Bologna.
Il tempo comincerà a migliorare velocemente già nel corso di Martedì pomeriggio per l'aumento della pressione, tant'è che Mercoledì e Giovedì il sole sarà prevalente su molte regioni a parte qualche pioggia sui settori tirrenici.
Da Venerdì invece si avvicinerà all'Italia una nuova perturbazione atlantica, preceduta da correnti meridionali. Le precipitazioni investiranno dapprima il Nord dove nevicherà sopra i 1200 e 1400 metri, poi entro Sabato anche il Centro e quindi il Sud.
Sotto il profilo termico, le temperature non subiranno sostanziali variazioni fino a Mercoledì con valori notturni molto vicini allo zero al Nord e valori massimi tra 7 e 15°C su tutta Italia. Temperature in aumento con il cambio di circolazione tra Giovedì e Venerdì, con valori minimi che cresceranno di circa 5-6°C, di pochi gradi quelli massimi. 

venerdì 16 novembre 2018

Contraccettivi gratuiti agli under 26 e prevenzione, anche la Toscana dà via libera: “Salute sessuale al primo posto


Preservativi, pillole, spirali, cerotti e altri contraccettivi saranno gratuiti anche in Toscana. La giunta regionale ha approvato la proposta dell’assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi, in merito a “educazione alla salute sessuale e riproduttiva e all’accesso alla contraccezione gratuita”. “Una decisione che abbiamo fortemente voluto, fondamentale per contrastare malattie sessualmente trasmissibili, evitare gravidanze indesiderate, ridurre il ricorso all’aborto”, ha scritto in un Tweet il presidente della Regione Enrico Rossi.
La Toscana diventa così la quinta regione italiana, dopo Puglia, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte, ad aver promosso l’iniziativa. Un obbligo, quello di distribuire anticoncezionali gratuitamente, che dovrebbe essere già previsto per legge, ma che, di fatto, non viene applicato o semplicemente delegato alle Regioni sul territorio. Come ha sottolineato Rossi, sempre su Twitter, saranno previste anche attività di educazione sessuale promosse dalla Regione.
Gli interventi, come ha ricordato l’assessore Siccardi, tramite soprattutto la promozione della salute sessuale, mirano a evitare le interruzioni di gravidanza, a ridurre i tassi di abortività e soprattutto a prevenire le malattie sessualmente trasmissibili (Mst) e la diffusione dell’Hiv. Si stima infatti che in Toscana la trasmissione sessuale sia responsabile del 75,6% dei nuovi casi adulti di Aids. In particolare, il 43,5% dei casi è imputabile a rapporti eterosessuali. Tra questi il 62% si scopre sieropositivo al momento della diagnosi di Aids.

Inoltre, si legge nel comunicato diffuso dalla Regione, a fronte della crescente precocità sessuale, l’uso del profilattico è in calo ed è percepito quasi esclusivamente a scopo contraccettivo, trascurando i rischi delle Mst, a cominciare proprio dall’Hiv. Inoltre, come emerge dallo studio Edit dell’Ars (Agenzia regionale di sanità) il profilattico è sempre meno usato con il crescere dell’età e del numero dei partner: il 41,6% dei ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni ha già avuto un rapporto sessuale completo, ma soltanto il 56,3% utilizza il condom.I contraccettivi gratuiti spetteranno a tutti i giovani tra i 14 e i 25 anni, alle donne tra i 26 e i 45 anni con determinati codici di esenzione o che vivono al di sotto sotto una determinata fascia economica e alle donne sotto i 45 anni che decidono di usare anticoncezionali durante una gravidanza o entro i 12 mesi dal parto, oppure dopo un’interruzione di gravidanza o entro i 24 mesi dall’intervento. Secondo quanto previsto dalla delibera di giunta, pillole, cerotti, anelli e tutti gli altri metodi saranno disponibili presso i consultori, gli ambulatori ostetrico-ginecologi della Asl e le farmacie, dietro prescrizione medica. Inoltre nei consultori e nei pronto soccorso della Regione saranno garantiti anche i contraccettivi di emergenza, la cosiddetta ‘pillola del giorno dopo’, erogabile entro 78 ore dal rapporto a rischio.

Carne scaduta nei supermercati: tritata e rimessa in vendita

"Le Iene" raccontano la procedura degli alimentari che riutilizzano i prodotti andati a male

Ci possiamo davvero fidare dei prodotti in vendita nei supermercati? Forse no. A svelare le truffe dei negozi di alimentari sono Le Iene che hanno realizzato alcune riprese con telecamere nascoste per testimoniare come i prodotti scadutivengano rietichettati e rimessi in vendita. Non si parla di prodotti confezionati ma di cibi freschi o di gastronomia che i supermercati hanno nei propri banchi. Si parte dal reparto macelleria, dove la carne scaduta viene tritata e impacchettata con una nuova scadenza.
Stessa sorte per il pesce fresco rimasto invenduto: in barba alla data limite di utilizzo, viene cotto, fatto a pezzettini e utilizzato per la zuppa di pesce venduta in gastronomia. A quanto pare è una pratica molto diffusa visto che alcuni dipendenti di grandi catene di supermercati testimoniano di aver assistito personalmente a questo genere di episodi. “I formaggi, se hanno su la muffa, si puliscono, si impacchettano di nuovo e si vendono”, spiega un ex dipendente con il volto coperto.




METEO. Sapore d'INVERNO nel WEEKEND. Arriva la NEVE sulla dorsale


Refoli di aria fredda dalla Russia raggiungeranno l'Italia dal prossimo weekend determinando un brusco calo termico. Direttamente esposti l'Adriatico e il Meridione, con la neve che imbiancherà anche sotto i 1000m.
Aumentano sempre di più le possibilità di un'irruzione di aria fredda sull'Italia a partire dal prossimo fine settimana, a causa dello spostamento dell'alta pressione dall'Italia verso la Scandinavia e alla conseguente discesa di aria fredda artico-continentale lungo il suo fianco inferiore, diretta con traiettoria est-ovest verso lo Stivale, dopo un periodo di caldo fuori stagione.
Con una simile configurazione sarebbero il versante adriatico e il Sud Italia le aree maggiormente coinvolte oltre che dal raffreddamento, anche dalle precipitazioni, che assumerebbero carattere nevoso sull'Appennino a quote medio-basse. Vediamo maggiori dettagli:
Venerdì i primi refoli freddi giungono sull'Italia dai Balcani con tempo in peggioramento sulle regioni adriatiche e al Sud, specie sullo Ionio. A fine giornata il continuo afflusso di aria fredda potrebbe abbassare il limite delle nevicate fino a 1000/1200m sulla dorsale abruzzese, 1300/1400m su quella calabrese.
Sabato difficile la localizzazione delle precipitazioni ed anche prevedere la loro intensità, ma l'ulteriore afflusso freddo da est potrebbe abbassare il limite neve sulla dorsale adriatica anche sotto i 1000m nelle ore più fredde, 1400m sulla dorsale calabrese. Qualche fiocco non escluso in Piemonte sulle Alpi Marittime per effetto stau, intorno a quota 1000m.
Domenica un nuovo impulso freddo dovrebbe raggiungere questa volta le regioni del Nord sul finire della giornata, con neve a quote collinari e in ulteriore abbassamento nella notte su lunedì.




Maltempo, si allunga l'allerta per vento forte

Continua l'allerta meteo a Firenze e nei comuni limitrofi 
Allerta per rischio vento forte in corso, e che durerà fino alle ore 24 di domani, sabato 17 novembre 2018.

Il nuovo bollettino di valutazione delle criticità il centro funzionale regionale ha stabilito, per la zona che riguarda anche la nostra città, codice giallo fino alle ore 24 di sabato 17 novembre. La zona interessata riguarda anche i comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. Questa mattina la raffica più intensa registrata dalla stazion edel Cfr ha raggiunto i 51,6 km/h.  
Previsione fino alle 24 di domani (fonte Centro funzionale regionale):
oggi, venerdì, e domani, sabato, è previsto l'ingresso di aria fredda dall'Europa orientale, con conseguente rinforzo dei venti di grecale sulla Toscana.
VENTO: oggi, venerdì, e domani, sabato, venti da nord est con forti raffiche.
 
Le principali norme di comportamento in caso di vento forte:
Norme di comportamento all’aperto - Evitare le zone esposte, guadagnando una posizione riparata rispetto al possibile distacco di oggetti esposti o sospesi e alla conseguente caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri, come un vaso o una tegola; evitare con particolare attenzione le aree verdi e le strade alberate. L’infortunio più frequente associato alle raffiche di vento riguarda proprio la rottura di rami, anche di grandi dimensioni, che possono sia colpire direttamente la popolazione che cadere ed occupare pericolosamente le strade, creando un serio rischio anche per motociclisti ed automobilisti. 
Norme di comportamento in ambiente urbano – Se ci si trova alla guida di un’automobile o di un motoveicolo presta particolare attenzione perchè le raffiche tendono a far sbandare il veicolo, e rendono quindi indispensabile moderare la velocità o fare una sosta; prestare particolare attenzione nei tratti stradali esposti, come quelli all’uscita dalle gallerie e nei viadotti; i mezzi più soggetti al pericolo sono i furgoni, mezzi telonati e caravan, che espongono alle raffiche una grande superficie e possono essere letteralmente spostati dal vento, anche quando l’intensità non raggiunge punte molte elevate. In generale, sono particolarmente a rischio tutte le strutture mobili, specie quelle che prevedono la presenza di teli o tendoni, come impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali temporanee all’aperto, delle quali devono essere testate la tenuta e le assicurazioni. 
Norme di comportamento in casa - Sistemare e fissare opportunamente tutti gli oggetti che nella tua abitazione o luogo di lavoro si trovino nelle aree aperte esposte agli effetti del vento e rischiano di essere trasportati dalle raffiche (vasi ed altri oggetti su davanzali o balconi, antenne o coperture/rivestimenti di tetti sistemati in modo precario, ecc.).




A Firenze arriva Strings City, il primo festival diffuso di musica a corde in Italia

1 e 2 dicembre a Firenze la terza edizione, con momenti musicali fuori città e in treno. Una maratona con 80 concerti su più di 50 palcoscenici per 2 giorni di musica in tutta la città e non solo

Oltre 50 ore di musica in più di 50 luoghi della cultura per 80 momenti musicali, tutti a ingresso gratuito: sabato 1 e domenica 2 dicembre Firenze si trasforma in un grande palcoscenico per la terza edizione di Strings City, il primo festival diffuso dedicato agli strumenti a corda in Italia. Un programma articolato che spazia dalla classica fino al jazz contemporaneo, tra archi, pianoforti, arpe, chitarre e voci straordinarie, in una delle città più belle al mondo. 
Strings City è una iniziativa del Comune di Firenze, curata da Tommaso Sacchi, capo segreteria cultura e curatore dell’Estate Fiorentina, a cura della Scuola di Musica di Fiesole, con Conservatorio di Musica Luigi Cherubini, Maggio Musicale Fiorentino e Orchestra della Toscana, con la partecipazione di Amici della Musica Firenze e Orchestra da Camera Fiorentina e con Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e Tempo Reale, il contributo della Città Metropolitana di Firenze, il sostegno di Fondazione CR Firenze e di SIAE – Società Italiana Autori ed Editori, il supporto di Trenitalia, vettore ufficiale del festival, la media partnership di Rai Radio Classica e la collaborazione di New York Film Academy che curerà la documentazione video del festival. 
Dal centro alla periferia, la due giorni si snoderà partendo da luoghi-simbolo della città come gli Uffizi, Palazzo Vecchio, la Biblioteca Marucelliana, l’Opificio delle Pietre Dure e Villa Bardini passando per nuovi spazi tra cui l’Istituto Geografico Militare, le ex Scuderie Granducali e la Galleria Isolotto, fino a giungere nei comuni della Città Metropolitana Empoli, Figline e Incisa Valdarno, Marradi e Pontassieve, collegati a Firenze dai Treni Regionali a bordo dei quali domenica 2 dicembre si terranno alcuni momenti musicali. 
Tra gli eventi speciali, il grande concerto unitario al Teatro Goldoni con un organico composto da musicisti provenienti dai quattro enti organizzatori (domenica 2, ore 11) e “Cenacolo elettrico” con le musiche di James Tenney nel Complesso Monumentale di Santa Croce, che sancisce la collaborazione di Strings City con Tempo Reale (domenica 2, ore 16.30, su prenotazione). E grazie alla partecipazione degli Amici della Musica Firenze il festival ospiterà al Teatro Niccolini il violinista tedesco Kirill Troussov che dal 2006 suona lo Stradivari “The Brodsky” sul quale Adol'f Brodskij ha debuttato con il Violin Concerto di Pëtr Il'ic Cajkovskij il 4 dicembre 1881 (sabato 1, ore 19). 
Tra gli appuntamenti a cura della Scuola di Musica di Fiesole, da non perdere le incursioni nella retrospettiva dedicata a Marina Abramovic a Palazzo Strozzi dove l’eclettico violinista Luca Ciarla grazie ad una loop station farà suonare il suo fiddle come un’intera orchestra (sabato 1, ore 20.30, ore 21.30 e ore 22.30, su prenotazione). 
Spazio anche ai giovanissimi con le orchestre dei Micromusici e Piccolissimi Musici in “Ascolta e suona” all’Istituto degli Innocenti (sabato 1, ore 10) e con l’Orchestra dei Ragazzi in “Per amore” alle Ex Scuderie Granducali (sabato 1, ore 16). E ancora, “Quartetto Festival II” con musiche di Bach e Mozart nella biblioteca dell’Istituto Geografico Militare, dove gli spettatori avranno la possibilità di partecipare alle visite guidate (sabato 1, ore 16 e ore 17); “Da Bach a Bartók andata e ritorno” alla Galleria Isolotto che in contemporanea inaugurerà il terzo appuntamento con la mostra fotografica “Non case ma città” (sabato 1, ore 18); il viaggio dal contrappunto di Bach al tango argentino di Piazzolla con il Duo Musizieren nella sala dei Gigli di Palazzo Vecchio (sabato 1, ore 18, su prenotazione); il coro della Schola Cantorum Francesco Landini nell’auditorium della Camera di Commercio (sabato 1, ore 18.30). 
Imperdibili anche i momenti musicali a cura del Conservatorio di Musica “L. Cherubini” di Firenze: “Da Firenze all’America in Toscana e ritorno” al Museo Salvatore Ferragamo in cui le musiche di compositori italiani e statunitensi come Castelnuovo Tedesco, Bernstein e Copland si innestano perfettamente sulla mostra “L’Italia a Hollywood” (sabato 1, ore 17.30, su prenotazione); “Virtuoso per 14 violoncelli” nella sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi (sabato 1, ore 14, su prenotazione); “Dalle steppe dell’Asia Centrale… Con strumenti rari” con il Gruppo Folk della Repubblica del Kazakistan che si esibirà al Museo Bardini per suonare strumenti rari, ricostruiti o restaurati, in costumi tradizionali (sabato 1, ore 12.30, su prenotazione). 
Sempre dal Kazakistan, arriva un’altra dei protagonisti di questa edizione, Aiman Mussakhajayeva, violinista, direttrice della Kazakh National University of Arts e artista Unesco per la Pace nel 1998, che si esibirà con l’Orchestra da Camera Fiorentina diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta nella sala del Buonumore Pietro Grossi del Conservatorio di Musica “L. Cherubini” (sabato 1, ore 21.30, su prenotazione).
Al Trio d’Archi dell’Orchestra della Toscana è affidata l’apertura della rassegna nella sala Ferri del Gabinetto Viesseux con le musiche di Boccadoro e Brahms (sabato 1, ore 9.45), mentre il Quartetto Clara dell’Orchestra, ensemble tutto al femminile, si esibirà nella sala Righini Bonelli del Museo Galileo di Firenze con “Donna, essere sognatore” e le musiche di due compositrici, Fanny Hensel Mendelssohn e Rebecca Clarke, quest’ultima tra le prime donne orchestrali di professione al mondo (sabato 1, ore 10.15). Tra le esecuzioni a cura dell’Orchestra della Toscana da segnalare anche “Ort Attack” nel Cenacolo dell’Accademia di Belle Arti con musiche di Vivaldi, Piazzolla, Morricone, Sollima (sabato 1, ore 12.30) e la performance dell’Ensemble dell’Orchestra Suzuki di Firenze alla Saint Mark’s English Church (sabato 1, ore 15.30). 
Ricchissima anche la proposta del Maggio Musicale Fiorentino dai due appuntamenti “Musica e poesia a Napoli” con l’Ensemble Ludovici, Fuoco, Tavani, Winkler, Pali nella sala storica Dino Campana della biblioteca delle Oblate (sabato 1 dicembre ore 12 e ore 13) alle “Variazioni Goldberg tra musica e parole” del Trio Rafanelli, Pavani, Guarducci, esecuzione integrale delle Variazioni Goldberg di Bach contrappuntata dal racconto di Mario Ruffini “Le Goldberg. La montagna d’oro” all’Accademia delle Arti del Disegno (sabato 1, ore 15) fino al Duo Garzia Grassi nella Sagrestia dell’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella (sabato 1, ore 18, su prenotazione). 
Da segnalare anche la performance “Soundweavers - I tessitori del suono” con Naomi Berrill al The Student Hotel (sabato 1, ore 18), mentre tra gli appuntamenti clou della domenica, “Archi sinfonici” dell’Orchestra Sinfonica Siciliana con musiche di Mozart e Schubert nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti (ore 17). 
Il pomeriggio della domenica è dedicato ai momenti musicali a bordo dei tre treni regionali che dal capoluogo raggiungeranno i quattro comuni dell’area metropolitana in cui si svolgeranno altrettanti concerti. Si parte alle 13.40 con Luca Scofano e il suo “Concerto su treno per chitarra” per arrivare a Marradi dove al Palazzo Torriani ci sarà “Da Bach a Tansman per chitarra”, a cura del Conservatorio di Musica “L. Cherubini” (ore 15.30). Alle 15.22 invece è la volta di “Sì, viaggiare. Da Battisti a Mina attraversando i paesaggi della canzone italiana. Concerto su treno per chitarra” con Diletta Landi che raggiungerà Pontassieve e Figline e Incisa Valdarno. 
Proprio nella sala Eroine del Comune di Pontassieve ci sarà l’esibizione “Quartetto Shaborùz”, a cura della Scuola di Musica di Fiesole (ore 16.30), mentre nella Chiesa di San Francesco di Figline e Incisa Valdarno va in scena “Duo violino chitarra”, a cura di Orchestra della Toscana (ore 17). Alle 19.28, si parte con il Duo Michelozzi Phelan in “Concerto su treno per violoncello” e le musiche di J. S. Bach e G. Cassadó, per finire a Empoli con “Musica Maestro!” a cura della Scuola di Musica di Fiesole al Circolo Arci di Avane, già luogo di ascolto e inclusione sociale (ore 21). 
Tutti gli eventi di Strings City sono gratuiti. Alcuni momenti musicali sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti, altri invece sono a ingresso con prenotazione gratuita tramite il sito internet www.stringscity.it, dal 20 al 29 novembre 2018.  
Per informazioni: info@stringscity.it. Infoline: 334 6738370. 
Il programma completo è su www.stringscity.it 



Caccia: Intensificazione dei controlli dei Carabinieri Forestali di Firenze sull’esercizio venatorio nelle rotte migratorie

Controllati più di 100 cacciatori, elevate sanzioni per oltre 1300 Euro, sequestrato un fucile e due richiami acustici, denunciato un cacciatore per abbattimento di una specie particolarmente protetta

Il Gruppo Carabinieri Forestale di Firenze attraverso le 11 Stazioni dislocate sul territorio della provincia ha disposto l’intensificazione dell’attività di vigilanza sull’esercizio venatorio nei valichi montani, ai fini della prevenzione di eventuali azioni di bracconaggio nei confronti dell’Ibis eremita (Geronticus eremita), specie che seppur protetta dalla Direttiva 2009/147/CE, è stata portata all’estinzione ed oggi risulta rappresentata solo dagli individui generati dal progetto “Reintroduzione del Northern Bald Ibis” finanziato dagli stati membri dell’Unione Europea (Austria, Italia e Germania). Come è noto, in questi periodi gli individui sono in migrazione attraverso una rotta migratoria che interessa in particolare la Toscana e la provincia di Firenze. Si sottolinea al riguardo che l’abbattimento anche di uno solo esemplare di Ibis eremita è idoneo a cagionare un grave danno concreto e irreversibile alla conservazione della specie di interesse europeo e che, in applicazione della L. 157/1992, lo Stato e le Regioni sono tenute ad adottare misure necessarie per realizzare concretamente la protezione dell’avifauna protetta. Inoltre in accordo con la Regione Toscana è stata intensificata anche l’attività di vigilanza e di controllo rispetto alla pratica illegale di caccia “alla posta” alla beccaccia (Scolopax rusticola). Tale fenomeno è ancora diffuso, nonostante l’avvenuto innalzamento dell’entità delle sanzioni pecuniarie della Legge Regionale Toscana per tale fattispecie. Si ricorda infatti che la beccaccia mostra particolare vulnerabilità nelle primissime ore mattutine (alba) e negli orari serali (tramonto), in cui si consuma l’illecito, con contestuale non rispetto degli orari e delle modalità di caccia alla specie espressamente indicate nel Calendario venatorio e nel regolamento regionale. 
I controlli sull’esercizio venatorio si sono concentrati nelle aree più vocate della provincia: l’alto Mugello ed il circondario dell’Empolese. Complessivamente sono stati controllati più di cento cacciatori, elevate sanzioni amministrative per oltre 1.300 Euro, sequestrato un fucile e sequestrati 2 richiami acustici non consentiti. In particolare si segnala che è stato denunciato un cacciatore in base all’art 2 comma 1 lettera c della Legge 157/1992, per aver abbattuto una specie particolarmente protetta, in quanto inclusa nell'appendice II della Convenzione di Berna. I controlli proseguiranno fino al completamento del passaggio dell’avifauna nelle principali rotte migratorie.



MARCO CANTINI IN CONCERTO A PONTASSIEVE

Il cantante musicista e compositore Marco Cantini presenta, martedì 20 novembre alle ore 17 in Sala del Consiglio comunale di Pontassieve, il suo nuovo lavoro “La febbre incendiaria”, uscito a ottobre per Radici Music Records, liberamente ispirato al romanzo La Storia di Elsa Morante, capolavoro della letteratura italiana del ‘900 che racconta le drammatiche vicende di una maestra elementare di origini ebree nella Roma della seconda guerra mondiale.
Un’occasione per ascoltare dal vivo Marco Cantini – per l’occasione accompagnato dal violinista dei Modena City Ramblers e dal chitarrista Riccardo Galardini che figurano anche tra i musicisti che hanno curato gli arrangiamenti di tutto il disco – nella “sua” Pontassieve. Il concerto, ad ingresso gratuito, è promosso dal circolo Fratelli Rosselli di Pontassieve con il patrocinio del Comune di Pontassieve.



Dal giorno 15 novembre obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo

E' scattata ieri, giovedì 15 novembre, per tutti i veicoli a motore l”obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo lungo i tratti extraurbani di alcune strade (per scoprire quali sono clicca qui) e resterà in vigore fino al 15 aprile 2019. 
Gli utenti della strada dovranno pertanto equipaggiare i propri veicoli al fine di non costituire pericolo o intralcio per la circolazione in caso di presenza di neve o ghiaccio sul manto stradale. Qualora si verificassero queste condizioni climatiche è però obbligatorio circolare con le catene montate, nel caso sul veicolo non siano già montati gli pneumatici invernali. Nello specifico, quelli idonei alla marcia su neve o ghiaccio sono quelli omologati secondo la Direttiva 92/23/CEE del Consiglio della Comunità Europea e muniti del previsto marchio di omologazione (contraddistinti con le sigle del tipo M+S, M.S., M&S, riportate sul fianco del pneumatico). Da questa disposizione sono esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli che possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada. 
In caso di un controllo da parte delle autorità competenti che attesti la violazione di tale obbligo, il conducente del mezzo sarà costretto ad adeguare il veicolo prima di riprendere la marcia e, oltre ad una sanzione minima di 84 euro e massima di 335 euro per le strade extraurbane e le autostrade (nei centri abitati, invece, può andare da 41 a 168 euro), gli verranno decurtati anche tre punti dalla patente.
E” importante però ricordare che, per una maggiore sicurezza sulle strade, bisogna sempre circolare prestando particolare prudenza ed una velocità moderata in base alle caratteristiche e alle condizioni della strada, del traffico e alle zone tipicamente più soggette alla comparsa di ghiaccio, come i ponti, i tratti in ombra e le zone più umide. Fondamentale anche una costante e precisa manutenzione dei veicoli, con specifico riguardo allo stato di efficienza degli pneumatici