Benvenuto

Benvenuto nel sito “Insangodenzo”, questo sito raccoglie tutte le informazioni sugli operatori turistici, attività commerciali, artigiani e piccoli produttori agricoli, news curiosità e quant'altro riguarda gli eventi nel comune di San Godenzo.

IN TOSCANA, al confine tra MUGELLO e VAL DI SIEVE, prendendo da DICOMANO la direzione verso FORLì, dopo circa 10 chilometri quasi al confine con la ROMAGNA , tra la valle dell'ACQUA CHETA ed il MONTE FALTERONA, troviamo il paese di SAN GODENZO, nella cui famosa abazia nel 1302 DANTE ALIGHIERI convenne con gli esuli guelfi bianchi e Ghibellini.

SAN GODENZO comune della MONTAGNA FIORENTINA ha una notevole estensione territoriale ed ha un dislivello tra il punto più alto (M. Falco, m 1658) e quello più basso (oltre Ponte alla Corella, m 240) di oltre 1400 metri, mostrando delle caratteristiche rudemente alpestri, con monti strapiombanti e profonde vallate. Dal territorio del Comune di San Godenzo, nella frazione de Il CASTAGNO D'ANDREA è possibile entrare nell'area protetta del PARCO NAZIONALE FORESTE CASENTINESI, MONTE FALTERONA e CAMPIGNA, una tra le piu'suggestive porte del versante fiorentino del Parco.

venerdì 17 agosto 2018

Fusione tra Dicomano e San Godenzo - Il voto si svolgerà domenica 11 novembre e lunedì 12 novembre 2018

Fusione tra Dicomano e San Godenzo - Il voto si svolgerà domenica 11 novembre e lunedì 12 novembre 2018

Sono state decise, con decreto del presidente della Regione Toscana, le date del referendum consultivo per la fusione tra Dicomano e San Godenzo. I cittadini dei due Comuni, quindi, saranno chiamati a dire la loro domenica 11 e lunedì 12 novembre.
Verrà quindi chiesto: “Siete favorevoli alla proposta di istituire il comune di Dicomano e San Godenzo, per fusione dei comuni di Dicomano e San Godenzo, di cui alla proposta di legge n. 291 (Istituzione del comune di Dicomano e San Godenzo per la fusione dei comuni di Dicomano e San Godenzo) ?”. I residenti dovranno rispondere “sì”, se sono favorevoli alla fusione e “no” in caso contrario.
Il voto si svolgerà dalle 8.00 alle 22.00 di domenica 11 novembre e dalle 8.00 alle 15.00 di lunedì 12.
Lo scrutinio inizierà immediatamente dopo la chiusura dei seggi.
In caso di maggioranza positiva, ovvero se la maggior parte della popolazione voterà “Sì” alla fusione, il nuovo Comune verrà istituito dal 1° gennaio 2019 con una gestione commissariale fino alle nuove elezioni previste per la primavera del prossimo anno.




Bierfest 2018: La festa della birra a San Godenzo

Bierfest 2018

24/25/26 agosto 
Parco degli alpini
La festa della birra a San Godenzo

Torna “Bierfest” a San Godenzo. Dopo i successi dei precedenti anni, anche per il 2018 si rinnova la festa che vede le cime “Alpine” del Tirolo gemellarsi con l’Appennino Tosco-Emiliano attraverso le specialità enogastronomiche. nell’area feste del Parco degli Alpini si svolgerà dal 24 al 26 la “Festa della Birra” organizzata dal Gruppo Sportivo.
Tre giorni dedicati alle specialità Altoatesine e alle “bionde” per eccellenza. Da venerdì a domenica nel comune dell’Alta Valdisieve si potranno gustare ben 5 tipi di birra: quella a caduta direttamente dal barile poi la chiara, la weiss, la scura e novità del 2018 la birra non filtrata. Un gustoso menù che comprende spazzl, canederli, stinco, costoline di maiale, piatto dello sciatore e tanto altro contornato il tutto da musica dal vivo fino a tarda notte
L’inaugurazione della festa è prevista per venerdì alle 18,30 con la spillatura della prima botte e il taglio del nastro, mentre gli altri giorni gli stand gastronomici saranno aperti dalle ore 17 in poi.
Quindi l’appuntamento per il fine settimana non può essere che a San Godenzo a gustare le specialità dell’Alto Adige e fare festa insieme agli amici del Gruppo Sportivo.
Per informazione: Alessandro 3204309898 – Maurizio 3332164049 – Annamaria 3209039144


Il Maggio Musicale a Dicomano

Il Maggio Metropolitano è un progetto della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Firenze dei Teatri, finanziato dalla Città metropolitana di Firenze su tutto il territorio fiorentino.
TUTTI GLI SPETTACOLI SONO A INGRESSO GRATUITO
Programma a Dicomano
Domenica 26 agosto alle ore 18 presso l’area archeologica di Frascole 
Concerto lirico a cura degli artisti del coro del Maggio Musicale Fiorentino.
Sabato 8 settembre ore 17 Sala consiliare Dicomano
Conferenza "Madamigella Valery? Son Io!" Un dramma borghese La Traviata di Giuseppe Verdi
Venerdì 14 settembre ore 15 Teatro del Maggio Firenze
La Traviata - Prova di lavoro
Lunedì 1 ottobre ore 10 Ex- macelli Dicomano
«The WAM game. Il gioco di Mozart» Regia e scrittura scenica di Manu Lalli in coproduzione con Venti Lucenti.


Manifestazione di interesse concessione in uso gratuito di locali da parte di titolari di strutture ricettive

Manifestazione di interesse concessione in uso gratuito di locali da parte di titolari di strutture ricettive

I titolari di strutture ricettive, proprietari di ville o castelli di valore storico/artistico presenti nel territorio del Comune di SAN GODENZO che è possibile presentare manifestazione d’interesse alla concessione in uso gratuito all’Amministrazione Comunale di locali idonei ai fini dell’istituzione di separati uffici di stato civile per la celebrazione di matrimoni e la costituzione delle unioni civili.
La manifestazione di interesse, da redigersi sulla base del modello: http://www.comune.san-godenzo.fi.it/sites/www.comune.san-godenzo.fi.it/files/documenti/delibera_n.50_del_5.7.2018_2018_08_17_08_34_37_545.pdf
 dovrà essere inviata al comune di SAN GODENZO, Ufficio Servizi Demografici, a firma titolare della struttura ricettiva e del proprietario dell’immobile entro il 28.09.2018.



Cinema Sotto le Stelle a San Godenzo - mercoledì 22 agosto 2018 SAN GODENZO Piazza Don Bosco

Cinema sotto le stelle
Mercoledì 22 agosto 2018 
ore 21.30
SAN GODENZO 
Piazza Don Bosco
“ Saranno Famosi ?"




18 agosto 2018 - Serata di Osservazione della Società Astronomica Galileo Galilei

                    Serata di Osservazione della Società                  Astronomica Galileo Galilei   

Osservatorio Astronomico San Martino
                        Sabato 18 agosto 2018
                 ore 21





domenica 12 agosto 2018

Estratto conto Inps: in caso di errori, diritto al risarcimento

Estratto conto Inps: in caso di errori, diritto al risarcimento


Ecco in quali casi il lavoratore avrà diritto a fare richiesta per danni contro l'istituto previdenziale

Errori di valutazione da parte dell’Inps consentono al lavoratore di presentare richiesta di danni, a meno che l’errore di valutazione non sia dello stesso utente.
Qualora l’estratto conto previdenziale dell’Inps risultasse errato, con gravi conseguenze sulla misura o il diritto della pensione, il lavoratore danneggiato potrà richiedere un risarcimento adeguato. L’estratto conto Inps presenta tutti i contributi accreditati nel corso dei propri anni lavorativi. Su questo si basano i calcoli di molti dipendenti e professionisti, in grado di valutare il diritto o meno alla pensione e la consistenza economica dell’assegno che gli spetterà.
Un calcolo del genere potrebbe portare alle dimissioni, qualora l’entità delle entrate pensionistiche dovesse essere reputata bastevole. Se però le basi di tale calcolo dovessero essere errate, quali sono le opzioni a disposizione del lavoratore?
Se l’errata valutazione dovesse risultare frutto di un errore personale, legalmente non ci sarebbe nulla da poter fare. Per questo motivo, prima di prendere una decisione avventata, sarebbe bene far valutare la documentazione in proprio possesso a un professionista. Differente il discorso nel caso in cui la valutazione risultata fallace derivi da errori presenti nell’estratto conto (anche ordinario). In tal caso l’Inps dovrà risarcire il danno calcolato.
A fare chiarezza in merito è la corte di Cassazione. Se da un lato è vero che l’Inps sottolinea come l’estratto conto presente sul portale web non abbia un valore certificativo, la sentenza ribadisce come tale valore sia applicabile a qualsiasi estratto conto pubblicato dall’Inps, comprensibile al cittadino col necessario grado di istruzione obbligatoria. In breve, l’Inps non può pubblicare alcun estratto conto fallace, che venga considerato certificativo o meno. Non è semplicemente consentita l’indicazione di dati che il cittadino dovrebbe ignorare.
La Cassazione impone dunque un risarcimento danni, con il lavoratore chiamato ad agire in giudizio per poter richiedere i danni all’istituto previdenziale, il cui comportamento viene considerato illegittimo.
Non è però questa l’unica condizione nella quale un lavoratore possa richiedere il risarcimento all’Inps. Tutto ciò vale infatti anche se le informazioni errate, entrate in possesso del lavoratore, non derivino dall’estratto conto. È possibile infatti che l’utente abbia basato le proprie valutazioni lavorative su comunicazioni dell’Inps inerenti una campagna informativa generica.
L’istituto non può dunque, in alcun modo, fornire informazioni delle quali non possa essere al 100% responsabile in futuro. Ogni documento dell’Inps ha una sua valenza vincolante e, se valutato fallace, darà diritto a un risarcimento adeguato.