Benvenuto

Benvenuto nel sito “Insangodenzo”, questo sito raccoglie tutte le informazioni sugli operatori turistici, attività commerciali, artigiani e piccoli produttori agricoli, news curiosità e quant'altro riguarda gli eventi nel comune di San Godenzo.

IN TOSCANA, al confine tra MUGELLO e VAL DI SIEVE, prendendo da DICOMANO la direzione verso FORLì, dopo circa 10 chilometri quasi al confine con la ROMAGNA , tra la valle dell'ACQUA CHETA ed il MONTE FALTERONA, troviamo il paese di SAN GODENZO, nella cui famosa abazia nel 1302 DANTE ALIGHIERI convenne con gli esuli guelfi bianchi e Ghibellini.

SAN GODENZO comune della MONTAGNA FIORENTINA ha una notevole estensione territoriale ed ha un dislivello tra il punto più alto (M. Falco, m 1658) e quello più basso (oltre Ponte alla Corella, m 240) di oltre 1400 metri, mostrando delle caratteristiche rudemente alpestri, con monti strapiombanti e profonde vallate. Dal territorio del Comune di San Godenzo, nella frazione de Il CASTAGNO D'ANDREA è possibile entrare nell'area protetta del PARCO NAZIONALE FORESTE CASENTINESI, MONTE FALTERONA e CAMPIGNA, una tra le piu'suggestive porte del versante fiorentino del Parco.

martedì 17 luglio 2018

Musart Festival 2018 – Firenze

Musart Festival 2018 

 Firenze

Piazza Santissima Annunziata 

18 luglio

 - 

28 luglio 2018


Grandi momenti di spettacolo e concerti dal 17 al 28 luglio nel centro di Firenze con il MusArt Festival.
In piazza SS. Annunziata inaugurano il festival martedì 17 i Baustelle. Il 18 sale sul palco l’Orchestra della Toscana con due note pagine di George Gershwin e Leonard Bernstein. Il 21 arriva il pianista Remo Anzovino. All’eterna rivalità tra i Beatles e i Rolling Stones è dedicata la “Lezione di rock” che Ernesto Assante e Gino Castaldo porteranno il 22 luglio a MusArt. Il 23 spazio a Chick Corea, mito vivente jazz. Il 24 si celebrano i 50 anni dei Jethro Tull.
Ian Anderson e band attingeranno ai grandi successi della loro storia. Il 25 arriva Francesco De Gregori. Il 26 gradito ritorno per Ermal Meta. Infine il 27 MusArt apre alla lirica con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e una serata dal titolo “Tutti all’Opera”.

Per informazioni telefono:
055.667566
Sito web:
https://www.bitconcerti.it/festival-musart-2018

40° edizione dell' Estate Musicale

40° edizione dell' Estate Musicale 

Torna a Castagno d'Andrea l' Estate Musicale, quest'anno siamo arrivati alla 40° edizione.
A seguire il programma  oltre ai bellissimi concerti , il primo concerto sarà il giorno 05 agosto alle ore 21.00 , da non perdere la serata del 24 agosto 2018 che festeggia i primi 40 anni .
Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito e sono svolti presso la Chiesa di San Martino a Castagno d' Andrea, San Godenzo, Firenze



22 luglio 2018 - Castagno in festa - Castgno d' Andrea

22 luglio 2018 
Castagno in festa 
Castagno d' Andrea ( San Godenzo - Firenze)

Mercato dei piccoli artigiani e dei produttori locali al Parco Annigoni a Castagno D’Andrea. Sarà presente anche uno stand enogastronomico che offrirà panini, carne alla griglia e vino, il tutto accompagnato da buona musica. L”organizzazione dell’evento è a cura dell”Associazione Andrea del Castagno.


Pizza al Comunello di Casale 21 luglio 2018 dalle 19.30

Pizza al Comunello di Casale
21 luglio 2018 dalle 19.30
Per prenotazioni chiamare 3312307277



Come andare in pensione

Come andare in pensione

Come uscire dal lavoro, che cosa cambia per le pensioni nel 2019: pensione anticipata e di vecchiaia, quota 100, quota 41, Ape, opzione Donna, salvaguardia.
L’età minima per andare in pensione, nel 2019, continua a salire: a causa degli adeguamenti alla speranza di vita, ad aumentare non sarà soltanto l’età per la pensione di vecchiaia ordinaria, ma anche l’età prevista per la pensione anticipata contributiva, per la pensione di vecchiaia contributiva e per l’Ape volontario. L’aumento, previsto in misura pari a 5 mesi, riguarderà anche gli anni di contributi richiesti per ottenere la pensione anticipata ordinaria e dei lavoratori precoci. Gli unici a non risentire degli adeguamenti alla speranza di vita saranno soltanto gli addetti ai lavori usuranti, che beneficeranno della vecchia pensione di anzianità agevolata con gli stessi requisiti sino al 2026, e gli addetti ai lavori gravosi con almeno 30 anni di contributi, per i quali l’età pensionabile resterà la stessa. Nel 2019 potrebbero debuttare, però, due nuove tipologie di pensione: la quota 100, che potrà essere raggiunta quando la somma dell’età e degli anni di contributi risulta almeno pari a 100 (probabilmente, però, con dei limiti di età e di contribuzione minima), e la quota 41 (che potrebbe diventare quota 42), una nuova pensione anticipata che potrebbe essere raggiunta con 41 anni di contributi (che a causa degli adeguamenti alla speranza di vita diventerebbero 41 anni e 5 mesi), o con 42 anni di contribuzione, a seconda delle decisioni che prenderà l’esecutivo.  Si parla anche della possibile proroga dell’opzione Donna e dell’introduzione di una nuova salvaguarda, per pensionarsi con le regole antecedenti alla legge Fornero. Ma procediamo per ordine e vediamo come andare in pensione: quali sono le attuali possibilità di uscita dal lavoro, che cosa cambia dal 2019, quali sono le pensioni previste dal governo gialloverde

Meteo Toscana, dopo i temporali torna il caldo: temperature fino a 35 gradi

Meteo Toscana, dopo i temporali torna il caldo: temperature fino a 35 gradi


Passati i temporali, bel tempo e caldo tornano sulla Toscana. I prossimi giorni, secondo le previsioni del consorzio Lamma, dovrebbero essere caratterizzati da tempo stabile e soleggiato, con temperature in aumento: il termometro salirà oltre i 30 gradi. 

La giornata di oggi, martedì 17 luglio 2018, sarà serena o poco nuvolosa, anche se nel corso della giornata saranno possobili locali addensamenti sulle zone interne, dove non si escludono occasionali brevi rovesci.

Sereno o poco nuvoloso il cielo di domani, mercoledì, salvo locali addensamenti di tipo basso nottetempo e al primo mattino su Valdarno medio e inferiore. Temperature in aumento.

Anche giovedì il cielo sarà sereno o poco nuvoloso, con le temperature massime in ulteriore lieve aumento nelle zone interne con punte di 33-34 gradi in pianura.

Tendenza serena anche per il fine settimana, quantomeno per le giornate di venerdì e di sabato, quando il termometro toccherà i 35 gradi. 


Area Ferroviaria di Pontassieve : al via la rimozione dell’amianto.

Area Ferroviaria di Pontassieve : al via la rimozione dell’amianto.

Passi avanti verso la restituzione dello spazio alla città
Mercoledì 18 luglio avranno inizio i lavori di rimozione delle coperture contenenti amianto nei capannoni presenti nel “Borgo Verde”, l’area ferroviaria dismessa di proprietà del Comune di Pontassieve. Si tratta delle coperture di tre capannoni industriali per un totale di circa 2.500 mq.
Dopo l’approvazione del Piano di Caratterizzazione dell’ex area ferroviaria di Pontassieve – approvato in conferenza dei servizi con il parere favorevole di ARPAT, Regione Toscana e ASL (avvenuto il 24 maggio 2018) – partono i primi veri lavori, che rappresentano un passo concreto verso la restituzione dello spazio alla città.
L’intervento è stato affidato ad una ditta specializzata che procederà seguendo un piano di lavoro approvato dalla ASL, in totale sicurezza.
Le fasi: si provvederà da subito a liberare dalla vegetazione presente sia gli accessi all’area che i capannoni interessati, e sarà  predisposta una apposita area destinata al deposito temporaneo dei rifiuti prodotti, identificata da idonea cartellonistica. Conclusa questa prima fase, il cantiere prevede la demolizione delle strutture metalliche residue che impediscono un agevole accesso all’interno dei capannoni. Tali materiali metallici, una volta rimossi, saranno trasportati verso un impianto autorizzato per lo smaltimento. Si procederà quindi all’incapsulamento e alla successiva rimozione e smaltimento delle coperture in lastre di cemento amianto e di tutti i materiali presenti contenenti amianto. Per farlo saranno utilizzate piattaforme aeree e un sollevatore telescopico. I lavori si concluderanno con il trasporto ad un impianto autorizzato per lo smaltimento dei materiali rimossi. Tutte le operazioni saranno eseguite da un’impresa che possiede un’autorizzazione specifica per operare nel campo delle “bonifiche di materiali contenenti amianto sia in matrice compatta che in matrice friabile”.
Per garantire che le operazioni di bonifica avvengano in condizioni di completa sicurezza, tutte le coperture, prima della loro rimozione, saranno sottoposte alla procedura di incapsulamento totale interno ed esterno al fine di evitare la dispersione di fibre durante la rimozione. La durata dei lavori è stimata in 20 giorni.
Per lo svolgimento dei lavori sarà necessario istituire divieti di sosta nel parcheggio della stazione, limitati soltanto ad alcune aree.
“Dopo l’approvazione del Piano di Caratterizzazione entriamo  finalmente nel vivo degli interventi necessari e propedeutici alla restituzione del Borgo Verde ai pontassievesi. I cittadini residenti in zona ci avevano sollecitato la rimozione dell’amianto fino dai primi giorni del nostro mandato, in linea col nostro impegno programmatico “Pontassieve Amianto Zero” – dichiara la Sindaca Monica Marini – questo cantiere, inoltre, costituisce il primo atto concreto, operai e macchine nell’area, verso il futuro di quello che per troppi anni è stata una zona grigia del capoluogo. Alto il valore simbolico dell’avviare questo cantiere a pochi mesi dai festeggiamenti per i 150 anni delle officine ferroviarie di Pontassieve, con la parte a sud oggi di nuovo in espansione, e quella a nord, per un secolo tempio del lavoro della Valdisieve e poi abbandonata, ora pronta a rinascere”